23Giu2024
COVID-19 Big Hearts Policy Update Calling All Climate Champions To Apply
LA STORIA RECENTE

I Fienga e l'assedio

Nel 1902 i Fienga, imprenditori scafatesi, acquistarono i possedimenti dei baroni di Nereto. Quest’ultima famiglia, l’ultima che abitò questo luogo, non solo ampliò e rimodernò il Palazzo ottocentesco che ancora oggi porta il loro nome ma acquistarono anche gli oliveti presenti ai piedi della Collina. La loro passione per il collezionismo li portò ad accumulare 3000 reperti di epoca romana e ad esporli nelle stanze del Palazzo. Dopo la seconda guerra mondiale la famiglia cadde in disgrazia economicamente fino al 1971 quando il Castello venne acquistato dal Comune di Nocera Inferiore con il sindaco Arcadio Siciliano. Il Castello venne preso d’assalto per l’ultima volta e venne depredato di tutti i suoi beni. Attualmente parte della collezione Fienga si trova presso i depositi del Museo Archeologico di Paestum in provincia di Salerno. Ad oggi il Castello del Parco- Palazzo Fienga è di proprietà del comune di Nocera Inferiore.

Nocera_Inferiore-Stemma
logo-rvac-nero